martedì 24 ottobre 2017

Teaser Tuesday #171

Ed ecco di nuovo la rubrica settimanale Teaser Tuesday, creata dal blog Should Be Reading, che si divide in poche, semplici fasi:
1_ prendi il libro che stai leggendo
2_ apri una pagina a caso
3_ scrivi un breve brano (stando attenti a non spoilerare)
4_ scrivi titolo e autore

"Ce la farete" li spronò Diana. "Vi copro io."
Jason digitò sul cellulare e impartì un breve ordine.
Diana non era sicura della reale fattibilità del piano, ma doveva credere che ci fosse un modo per cavarsela, non soltanto per Alia, ma per tutte le persone che quella sera avevano indossato i loro abiti migliori ed erano venute a bere e a ballare. Percepiva le loro vite mortali come lo scintillio delle lucciole chiuse in un barattolo di vetro.
"Ben sta arrivando" annunciò Jason. "Dobbiamo raggiungere il parco."
Grazie agli dei. Avevano una possibilità. Purtroppo l'unica via d'uscita era attraverso la parete di vetro distrutta alla loro sinistra, ed era troppo esposta. Diana non poteva fare da scudo a tutti e sarebbe bastato un solo proiettile vagante, al momento giusto, con la giusta angolazione... No, non poteva permettere che accadesse. Il gruppo aveva bisogno di una copertura, di un diversivo efficace. Appoggiò la mano al muro del tempio e si domandò se avesse la forza necessario a fare quello che aveva in mente.
"Posso coprirvi mentre uscite dalla vetrata. Ci vediamo fuori."
 - Wonder Woman: Warbringer, Leigh Bardugo

lunedì 23 ottobre 2017

Castelli d'Italia #166

Il castello di Tabiano si trova in Emilia Romagna, nella piccola frazione di Tabiano Castello. Fu costruito dalla famiglia Pallavicino tra il X e l'XI secolo su resti romani, e la sua storia fu da subito una di contese, in quanto nel 1149 i fratelli Delfino e Guglielmo Pallavicino entrarono in guerra per l'eredità, di cui faceva parte anche il castello che ad un certo punto fu conquistato e distrutto. Venne ricostruito qualche anno dopo, e la lotta tra i fratelli era stata così aspra che la loro riconciliazione fu sancita da Federico Barbarossa nel 1158.
Però Delfino Pallavicino morì senza eredi nel 1180 e il maniero divenne proprietà della chiesa, venendo affidato a varie persone nel corso del tempo, finchè nel 1457 tornò agli eredi della famiglia. Dopo che i Pallavicino si estinsero nel 1756 castello e terreni vennero confiscati e riassegnati, ma nell'800 la fortezza era in condizioni di grande degrado. Fu acquistato dalla famiglia Corazza, che lo restaurò facendone prima un'impresa agricola e in seguito un albergo.
È tutt'ora proprietà privata ma visitabile.

martedì 17 ottobre 2017

Zanna Bianca

Zanna Bianca, di Jack London.

Jack London è uno degli autori che mi hanno fatto amare la lettura: Il richiamo della foresta letto la sera è stato, per me, la conferma che con i libri avrei avuto una lunga relazione. Anni dopo lessi pure Zanna Bianca, che tutti mi dicevano essere migliore, e oggettivamente forse lo è ma non si può mettere in discussione l'imprinting, e ora mi è venuta voglia di rileggerlo.
Spoiler? (<- punto di domanda perchè sì, ci sono spoiler ma non riesco a concepire che non si sappia come vanno a finire queste due storie)

venerdì 13 ottobre 2017

In my mailbox #24

Il mio proposito di non comprare cartacei è durato pochissimo, e in più mi sono data alla pazza gioia con gli e-books.
Risultato: prima di entrare su amazon o ibs o libraccio devo aprire la mia TBR e caricarmi di senso di colpa per non eccedere.
Disclaimer: rubrica creata da Kristi di The Story Siren.
Sì, ho una coperta dello stesso colore dei miei gatti

giovedì 5 ottobre 2017

Generazione Perduta

Generazione Perduta - Testament of Youth, di Vera Brittain.

Questo libro appartiene ad un genere per me nuovo: le memorie. Non è un'autobiografia, né un romanzo storico vero e proprio: è una donna che analizza un determinato periodo della sua vita, usando come base i suoi diari e le sue lettere.

martedì 3 ottobre 2017

Teaser Tuesday #170

Ed ecco di nuovo la rubrica settimanale Teaser Tuesday, creata dal blog Should Be Reading, che si divide in poche, semplici fasi:
1_ prendi il libro che stai leggendo
2_ apri una pagina a caso
3_ scrivi un breve brano (stando attenti a non spoilerare)
4_ scrivi titolo e autore

Se mai vi fu un nemico della propria razza, questo fu Zanna bianca. Non chiedeva e non concedeva tregua o pietà; era di continuo sfregiato e sfigurato dai denti del branco, e altrettanto continuamente lasciava sul branco il proprio segno. A differenza di molti cani da testa che, piantato il campo e staccato il tiro, si accoccolavano accanto ai padroni per farsi proteggere, Zanna bianca sdegnava tale protezione. Andava arditamente in giro per il campo, infliggendo di notte la punizione per quello che aveva sofferto durante il giorno. In altri tempi, prima che fosse stato fatto capo del tiro, il branco aveva imparato a fargli largo; ma adesso era un'altra cosa. Eccitati dall'interminabile inseguimento, involontariamente aizzati dal persistere nel cervello della visione di lui che fuggiva, pieni del senso di superiorità goduta tutto il giorno, i cani non potevano capacitarsi di dovergli cedere il passo. Quando appariva tra loro, c'era sempre una zuffa; ogni sua mossa era accompagnata da brontolii, ringhi e morsi. L'aria stessa che respirava era sovraccarica d'odio e di malvagità, e questo non serviva che ad accrescere l'odio e la malvagità dentro di lui.
 - Zanna bianca, Jack London

giovedì 28 settembre 2017

Niente


Niente, di Janne Teller.

Non conoscevo questo libro, e neanche la sua autrice. Non credo che lo avrei mai letto senza la recensione di Denise, che mi ha incuriosita a tal punto da farmelo prendere su IBS appena possibile.
Il libro mi avrà soddisfatta? Scopritelo sotto il cut.